MAZZON GALLIANO
 
ARTISTA OPERE MOSTRE IN ASTA
 

Galliano Mazzon (15.07.1896 - 03.07.1978). Galliano Mazzon nacque a Camisano Vicentino il 15 luglio 1896; la famiglia emigrò l‘anno successivo a San Paolo del Brasile. La famiglia era numerosa (otto fratelli); ragazzetto imparò a fare il fabbro, a costruire aquiloni, a suonare il flauto in un‘orchestra. Quando poteva, fuggiva nella natura vergine. Diciannovenne insegnava l‘abbecedario agli analfabeti in una scuola serale. Nel 1916 tornò in Italia arruolandosi volontario, l‘anno seguente perse la mano destra sul Monte Santo. Rieducato in una casa per mutilati, poverissimo, studiò all‘Accademia di Brera, abilitandosi all‘insegnamento del disegno nelle scuole medie inferiori e superiori (1921) e conseguendo il diploma di pittura (1926). Nel 1928-29 ottenne i primi pubblici riconoscimenti per la sua attività di pittore. Frequentò dal 1930 la Galleria del Milione, centro di pittori italiani ed internazionali, cominciando a dipingere i suoi primi quadri astratti (trittico "Spazio sensibile"); vennero anche esperienze surrealiste. Dal 1934 al 1938 visse solitario in una baita delle Dolomiti del Brenta; poi pubblicò, anonimo, un libro di poesie. La guerra, sopravvenuta, lo angosciava e nel 1944 fu costretto a curarsi una grave depressione. Nel 1945, tornato a Milano, iniziò ad insegnare nella scuola media Alfredo Panzini. Agli inizi degli Anni Quaranta firmò diverse opere di chiara anticipazione informale. Nel 1948 fondò il Movimento Arte Concreta (M.A.C.) con Soldati, Dorfles, Reggiani, Munari, Di Salvatore, Monnet ecc. Partecipò a importanti esposizioni, tra cui la mostra storica (1951) del primo astrattismo in Italia alla Galleria Bompiani (dove nel dicembre del 1950, era stata presentata la "Scuola Mazzon" mostra dei dipinti degli allievi del pittore, frutto di una pedagogia presto divenuta internazionalmente famosa). Nel 1962, alle soglie di una nuova crisi depressiva, originata dal timore di una terza guerra mondiale, dipinse una serie di visioni desolate ed espressionistiche. Nell‘ottobre 1967 Carlo Ludovico Ragghianti lo presentò a Firenze tra i primi astrattisti italiani alla mostra storica "Arte italiana in Italia 1915 - 1935" a Palazzo Strozzi. Nell‘ottobre 1969 il Comune di Milano gli dedicò una grande mostra antologica alla Civica Galleria d‘Arte Contemporanea. Nel 1971 un‘altra importante mostra antologica fu allestita all‘Accademia d‘Arte di Montecatini. Mazzon, dopo l‘ultima grande antologica nel milanese Centro d‘Arte "Cultura e Costume" col patrocinio del Comune di Milano (rassegna definita europea da Guido Ballo) moriva improvvisamente il 3 luglio 1978.

 
 
N 27artemodernaarte.com
 
Mostra Renato Chiesa domenica 6 aprile 2014..
 
video fiera 2011
 
arte 56 artinterni.com..
 
Spaziointelvi11
 
Artemoderna.com Casa d'Aste
Presso la galleria ArteCapital viale Venezia, 90 -25123 Brescia
Tel.: 030 37 52 682 Fax.: 030 42701 Cell. 3385689569
Partita Iva : 04300890961
 
Home | Modulistica | Chi Siamo | Le Aste | Compra Subito | Aggiudicazioni | Artisti | Contatti | Registrazione | Link | Riservata

Questo sito utilizza cookie.
Visitando questo sito web si autorizza l' impiego di cookie. Per informazioni dettagliate sull' impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".
Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su OK si accetta la nostra Policy sui cookie.


OK  -  "Maggiori informazioni"