FORGH GUNTHER
 
ARTISTA OPERE MOSTRE IN ASTA
 

Günther Förg, Fussen Germania 5.dicembre 1952 - Colombier Svizzera 5. dicembre 2013. E stato un pittore, grafico, scultore e fotografo tedesco. Il suo stile astratto è stato influenzato dalla pittura astratta americana.
L‘opera artistica di Förg comprende dipinti, opere grafiche e scultoree, nonché un vasto corpus di fotografie architettoniche. Le sue immagini geometriche, astratte e fortemente colorate hanno un forte carattere decorativo. Förg ha combinato materiali e media nella pittura, nella scultura e nella fotografia. I temi delle sue fotografie architettoniche su larga scala sono il Bauhaus e l‘estetica fascista, mentre i suoi dipinti murali monocromatici e i dipinti di piombo sono riflessioni sull‘arte.
Tra il 1973 (il primo anno di Förg come studente all‘Accademia di Belle Arti di Monaco) e il 1976, Förg dipinse quasi esclusivamente quadri su tela monocromatici neri in acrilico, che, con l‘aggiunta di un grigio traslucido, producevano un effetto di superficie lattiginoso e velato. Dopo la morte del suo collega artistico, Blinky Palermo , Förg ha perseguito l‘eredità europea di quest‘ultimo dell‘arte minimalista americana dal 1977. Palermo è stato citato per aver affermato, in riferimento a Förg, "l‘arte è bella quasi quanto l‘uomo". Non è chiaro se questo fosse inteso come un insulto di complimento. I suoi dipinti in stili astratti ricordano Cy Twombly , Ellsworth Kelly e altri.
All‘inizio degli anni ‘80, Förg realizzò i suoi cosiddetti Alubilder , assemblaggi di fogli di alluminio su cui l‘artista aveva dipinto motivi lineari o fotografie di ritratti. Per la sua serie di dipinti su piombo, risalenti agli anni ‘80 e ‘90, ha avvolto fogli di piombo su legno, quindi ha dipinto ogni superficie con acrilico.
Förg ha iniziato a utilizzare la fotografia nel suo lavoro all‘inizio degli anni ‘80. Nel campo della fotografia è noto per i suoi lavori dal 1980 al 2006, principalmente formati molto grandi che mostrano famosi siti architettonici come la Casa Wittgenstein , Casa Malaparte , Casa del Fascio e l‘edificio IG Farben di Hans Poelzig a Francoforte . A tal fine ha viaggiato molto in Spagna, Israele, Austria, Russia, Francia, Turchia e Italia, dove ha fotografato principalmente edifici del Bauhaus. La ricerca fotografica di Förg che utilizza una fotocamera da 35 mm e obiettivi zoom presenta l‘architettura moderna senza compromessi in modo semplice, a volte fatiscente, spesso caratterizzato da ristrutturazioni o aggiunte negligenti. Le sue fotografie di edifici con un significato culturale e politico - le strutture del Bauhaus a Tel Aviv e Gerusalemme, per esempio, o quelle fasciste in Italia - sono state scattate da prospettive insolite e ad angolo acuto, con inquadrature decentrate e spesso a fuoco sgranato , suggestivo di pittura. Molte delle fotografie sono viste scattate attraverso finestre che attirano l‘attenzione sulle transizioni dallo spazio interno a quello esterno. Le fotografie sono presentate sotto uno spesso vetro protettivo che riflette la stanza e lo spettatore.
Nel 1988, nell‘ambito della mostra Sculpture in the City, Förg ha installato pareti di specchi lunghe due metri in una stazione della metropolitana di Rotterdam; furono demoliti nel 1999.
A partire dal 1992, nell‘opera di Förg compaiono dipinti e opere su carta, conosciuti e documentati in letteratura come "Gitterbilder" (dipinti a griglia). Le radici di questi pezzi, tuttavia, sono da ricercare in una serie precedente, i cosiddetti "Fenster-Aquarelle" (acquarelli per finestre): la traversa forma una griglia per lo spazio nell‘immagine, che fornisce la cornice per un insieme flusso di dipinti senza limitarne la libera esposizione e sviluppo.
Nel 1991 per l‘inaugurazione del Museum für Moderne Kunst di Francoforte , Förg ha prodotto un colorato pezzo da parete per la scala centrale, che insieme a un rilievo in bronzo formava un contrasto con la struttura architettonica dell‘architettura museale postmoderna. Nel 2000 gli sono stati commissionati i progetti per il Centro per il dialogo globale di Swiss Re a Zurigo. Per questo progetto Forg ha curato il design del colore per tutti gli interni nella Villa Bodmer degli anni ‘20 e ha installato due enormi tubi di metallo grezzo nel suo ingresso centrale

 
 
Asta ArtIterni.com n°73...
 
ASTA N°36 ARTINTERNI.COM...
 
Asta n 57
 
Ludek Moudry.-
 
RITZOW
 
Artemoderna.com Casa d'Aste
Presso la galleria ArteCapital viale Venezia, 90 -25123 Brescia
Tel.: 030 37 52 682 Fax.: 030 42701 Cell. 3385689569
Partita Iva : 04300890961
 
Home | Modulistica | Chi Siamo | Le Aste | Compra Subito | Aggiudicazioni | Artisti | Contatti | Registrazione | Link | Riservata

Questo sito utilizza cookie.
Visitando questo sito web si autorizza l' impiego di cookie. Per informazioni dettagliate sull' impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".
Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su OK si accetta la nostra Policy sui cookie.


OK  -  "Maggiori informazioni"